le storie del Circolo Eccentrico #2

#2 - Fatine da guerra

una storia di cannoni, pizzi e merletti

1940. Seconda guerra mondiale, Shornemead Fort, Kent. I cannoni dell'artiglieria costiera inglese sono pronti all'estrema difesa contro la prevista imminente invasione nazista. L'operazione "Leone Marino" che avrebbe sbarcato nel sud del Regno Unito le inarrestabili divisioni tedesche che erano dilagate vittoriose in tutta Europa in pochi mesi.

La tensione tra gli uomini chiamati a sorvegliare l'orizzonte e pronti in ogni momento a correre ai pezzi per l'estrema battaglia è massima.

John Topham, fotografo della RAF, raggiunge la fortificazione proprio quando i militari stanno organizzando un'attività ricreativa per cercare di spezzare l'ansiosa monotonia dei turni di guardia. Cosa c'è di meglio di un bel musical per dimenticare la guerra?

Certo mancano ballerine e soubrette, ma con qualche costume e un poco di fantasia a tutto c'è rimedio!

A questo punto però succede l'imprevedibile, suona l'allarme e i nostri valorosi sono richiamati ai loro doveri guerreschi. Non c'è tempo per cambiarsi.

Bisogna correre ai pezzi d'artiglieria e puntarli verso il minaccioso orizzonte.

L'effetto comico della situazione non sfuggì al fotografo che documentò tutto con numerosi scatti, ma il Ministero dell'Informazione non fu dello stesso parere.

Si temette infatti che queste immagini potessero minare il morale della popolazione dando l'impressione che le truppe britanniche non fossero poi così maschie e virili come necessario. Inoltre c'era il serio rischio che una volta diffuse la propaganda nazista avrebbero potuto usarle per ridicolizzare gli alleati.

E quindi tutto rimase sepolto negli archivi segreti inglesi per decenni. La guerra è una cosa inevitabilmente orribile, ma la commedia è ancora più implacabile!

Carousel imageCarousel imageCarousel image